Dalla diretta di #radiotribeker su come organizzare le proprie attività. Come dare le giuste priorità alle nostre attività? Qual è la differenza tra il significato di Efficacia ed Efficienza? Cosa vuol dire la parola "Priorizzazione"?

Oggi cambiamo argomento e parliamo di organizzazione delle proprie attività.

E’ un argomento molto importante? Mediamente importante? Poco importante?
E’ un argomento estremamente importante.

Scarica GRATIS il materiale e vivi una vita straordinaria!

Prima di tutto ti dico che tutti i corsi che parlano dell’organizzazione del tempo sono delle vaccate che non si possono vedere, perché il tempo non si può organizzare, il tempo ce l’abbiamo, anche se è un’illusione, una finzione come diceva Albert Einstein.

Il passato, il presente e il futuro. Ma questa illusione del tempo e persistente permane nella nostra mente.

Detto questo è fondamentale non organizzare il tempo ma organizzare le attività!

Perché se tu non organizzi bene le attività come fai a far bene le cose?

Organizza male l’attività e hai rovinato la giornata, e rovinando una giornata, rovini le settimane, poi i mesi, poi gli anni e poi il destino della tua vita.

Quindi giusto per dare l’idea bene di quello di cui stiamo parlando, dei risultati, del destino della nostra vita, della possibilità di raggiungere risultati, stiamo parlando di quello che veramente serve alla persona per poter realizzare tutto quello che diciamo.

Parliamo di come si organizza l’attività.

Prima di questo dobbiamo parlare di cosa significano Efficacia ed Efficienza! e

Sono due termini che devi attaccarti alle orecchie!

Quindi cosa vuole dire Efficace?

Una persona è efficace quando raggiunge il risultato che si è preposto! Semplice!

Questo vuol dire che io sono una persona efficace se asserisco di laurearmi in cinque anni e mi riesco a laureare! Ho detto che mi sarei laureato e mi sono laureato! Quanto tempo?

5 anni? 7 anni? Non importa, ho detto che mi volevo laureare e mi sono laureato.

Ho detto che avrei avvitato quel televisore e l’ho avvitato, dico che riparo l’automobile e riparo l’automobile.

Quindi l’efficacia vuol dire realizzare ciò che tu hai annunciato che avresti realizzato. Fine della trasmissione.

Come noti all’interno dell’efficacia non c’è il tempo.

Cosa vuol dire Efficienza?

Efficienza invece vuol dire raggiungere il risultato che si è preposti nel minor tempo possibile.
Quindi due ragazzi che si vogliono laureare, uno dei due si laurea, l’altro si laurea in tre anni invece che 6.

Uno è più efficiente dell’altro.

Perché sono importanti l’efficacia ed efficienza?

Perché per molte persone non è chiaro il fatto che non è sufficiente raggiungere un obiettivo, dipende anche quando lo raggiungi!

Facciamo un esempio:

Tu vuoi trasformare la tua esistenza, vuoi raggiungere livelli più ampi, e lo raggiungi, fra 250 anni, facendo 4-5 vite, ti devi reincarnare 5 volte per riuscire a raggiungere l’obiettivo.

Ora magari tu credi nella reincarnazione o magari non ci credi, ognuno crede a ciò che vuole.

Quindi vuol dire che non è sufficiente raggiunge l’obiettivo, c’è anche il tempo.

Tu dici: “Io voglio migliorare la mia vita, ho 40 anni e ce ne metto altri 50 per raggiungere quel tipo di obiettivo, ma magari 90 anni è un po’ avanti”

Invece efficienza vuol dire chiedersi anche di raggiungerlo in un tempo più rapido.

Come facciamo ad essere efficienti ed efficaci senza però, ATTENTO, entrare nel flusso del sistema che maledettamente ha messo in testa alle persone che essere efficienti è fondamentale, ma su quali aspetti?

Su quelli che sono contrari a quello che ti servirebbe per raggiungere grandi obiettivi.

Eh il sistema sempre all’occhio per rovinarti la vita!

Ovviamente il sistema è fatto per renderti schiavo, non per renderti libero, anche se ti dice, ti dà gli strumenti, ti dà le leggi, ti da tutte le possibilità per essere un uomo libero, no?

Ti ricordi il barbatrucco del sistema?

Ti metto sotto il naso tutto quello che ti serve per essere straordinariamente libero e in realtà invece ti fa vivere una vita che è contraria a quella che sarebbe la libertà, così ti può sempre dire ma io te l’avevo detto.

Per fare questo abbiamo bisogno di uno strumento, una conoscenza, un pezzo importante che si chiama priorizzazione.

Questa bellissima parola devi sapere che è una parola della lingua italiana che è stata mutuata dal dialetto Siciliano e vuol dire essere in grado di mettere le priorità!

Perché è importante essere in grado di mettere le priorità?

Uno dice: “Va bè Koan io oggi ho da fare le solite cose.” ti alzi al mattino, vai di corsa e poi arrivi in ufficio prima però di aver portato i figli a scuola, poi li sganci con la macchina, poi vai in ufficio arrivi parcheggi, ti butti dentro l’ufficio, fai l’attività (che tu sia un imprenditore, un libero professionista, un dipendente fa lo stesso) poi c’è la pausa caffè, poi corri al pranzo, poi corri dal cliente, poi vai a casa, poi devi pagare le imposte, devi far questo e quello tutto veloce!

Alla fine giornata della giornata guardi e che dici: “Cavolo c’è ancora un sacco di roba da fare, non ce l’ho fatta domani riparto” e bam bam bam così via.

Diceva Joker nel film di Batman così tante cose da fare e così poco tempo per farle.

Credo che questo pensiero ogni tanto ti sia balenato nella mente?

Scarica GRATIS il materiale e vivi una vita straordinaria!

Come faccio a fare tutta sta roba?

Eppure ti sembra di essere diventato diventato sempre più bravo, in realtà invece di diminuire le cose da fare, si implementano, diventano sempre di più una ragnatela, si moltiplicano come la tela di un ragno.

Ad un certo punto hai una ragnatela enorme di cose da fare

Di conseguenza cerchi di fare il Time Management, mettere giù la to do list” e l’application, l’agenda e chi più ne ha più ne metta.

Invece devi sapere priorizzare e sapere che per priorizzare c’è la priorità 1, la priorità 2, la priorità 3,la priorità 4 e 5.

Prima di fare le cose devi pensare per te quali sono le priorità più importanti.

Adesso ti faccio fare un esercizio illuminante!

Prendi un foglio, scrivi una settimana tipo e la metti lì:

Da lunedì alle 00:01 fino a domenica sera e cominci a scrivere;

Allora più o meno dormo queste ore, “Dopo essere entrato in contatto con questo pazzo di scatenato Koan che mi fa svegliare alle 5:00 tutte le mattine, dormo 6 ore al giorno”.

Perfetto cominci a segnare 6 ore al giorno.

Intanto ci sono 168 ore alla settimana, ok?

Quindi 6×7=42 di conseguenza sottraendo alle 168 sono le ore che mi rimangono dopo il sonno.

Poi continui a segnare, questo nel traffico, questo è il bagno, questo così, questo così, tot ore in bagno, tot ore per la cura dell’igiene, tot ore per il macchina, in ufficio e ottieni quella che è realmente la tua vita in questo momento.

Non quello che pensi che sia, quello che è realmente e guarda quali sono le tue vere priorità!

Se in questo momento stai dicendo che la tua priorità principale sono i figli e durante la settimana su 168 ore dedichi un’1 ora a loro, la tua priorità non sono i figli.

Se la maggior parte del tempo la passi a dormire, vuol dire che la tua priorità di vita è dormire, ad un certo punto la maggior parte delle persone scoprono che la prima priorità della loro vita è lavorare e dormire, dopodiché stare nel traffico, dopodiché guardare la televisione, dopodiché devi andare in palestra con gli amici e poi al fondo c’è prendersi cura di noi stessi, la crescita personale, i figli, la moglie..ecc.

La moglie e figli sono al fondo della classifica, proprio al fondo, in basso in serie B.

Quella è la tua vera e attuale priorità personale.

Non ti puoi sbagliare è matematica, guardi e dici queste sono le mie vere priorità!

Adesso le guardi con attenzione e dici: “Queste sono quelle che io voglio che siano le mie priorità? E’ questa la mia vita?”

Probabilmente quando farai questa cosa per la prima volta dirai no, questa non è la vita che voglio.

“No non voglio che la mia prima priorità è stare con i colleghi in ufficio, è questa è la mia vita?

Pensa che tra le altre cose potresti morire domani, facendo corna.

E’ così che vuoi morire?

Vuoi morire in ufficio sbattendo la testa sulla scrivania?

Pensando che è quello che tu vuoi realizzare?

Probabilmente guarderai la tua giornata e dirai: “No no non è questo quello che voglio!”.

Allora in un foglio accanto devi mettere le tue priorità!

Riprendiamo dal dialetto Siciliano questa bellissima parola e priorizziamo le cose.

La mia prima priorità è?

Qui devi fare attenzione, cosa ti ha insegnato la società?

La prima priorità qual è? Sei tu? Sono gli altri? Sono i tuoi figli? Sono i Santi?

Chi è la tua priorità, no?

Te lo dico io qual è la tua priorità, ma non perché io abbia una sfera di cristallo o sia Maga Magò, perché ho una prova certa di quale deve essere la priorità di ogni essere umano, affinché l’essere umano possa avere una vita meravigliosa e regalare la stessa vita alle persone che ama.

La prima priorità della tua giornata, sei tu!

Qualcuno può pensare: “Noooo sono egoista!”

Beh sì se tu non fossi egoista non saresti vivo, perché il tuo ego è al centro della tua struttura.

Se non ci fosse un ego per quanto sbeffeggiato, schiaffeggiato, un po’ denigrato anche dei grandi maestri spirituali.

“Devi mettere l’ego da parte, l’ego devi ridurlo”, sai tutte quelle stupidaggini, soprattutto in ambito Cristiano Cattolico, l’ego deve essere piccolo e tutte queste cose qua.

Sono persone pericolose quelle che riducono l’ego, perché come diceva il grande maestro Osho:

“Tanto più l’ego viene ridotto, tanto più diventa un piccolo forellino da cui dietro spara un energia pazzesca che ti ucciderà perforandoti.”

Ti hai idea di cosa vuol dire avere un’enorme quantità di acqua con una pressione pazzesca che invece di passare da un buco grosso, passa da un foro piccolo piccolo piccolo piccolo.

Bene sai che una roba del genere è un arma letale che ti ammazza, ti passa da parte a parte.

Questo è il risultato delle persone che dicono: “Sono umile, sono la persone più umile del mondo!” e tutte queste buffonate qua!

Una persona di cui ti puoi fidare, è una persona a cui chiedi: “Ma il tuo ego come sta?”

“Ma guarda il mio ego è enorme, è un universo, è grosso come un pianeta!”

Quella è una persona di cui ti puoi fidare, perché come diceva, sempre per me, il grande maestro Osho è:

“Se vuoi poter gestire il tuo ego è bene che tu lo faccia diventare grande, lo fai crescere, così lo vedi! E quando decidi di spostarti un po’ il tuo ego rimane lì, ti sposti un pochettino e va un po’ meglio!”

Devi essere principalmente egoista, perchè se non sei egoista farai del male a te ma soprattutto a tutte le persone che hai accanto, perché affinché tu possa essere altruista nella tua vita, prima di tutto devi essere egoista.

Sembra una cosa strana ma la società ti ha insegnato altra roba!

L’esempio perfetto è quando sei in aereo e l’equipaggio di cabina ti dice che durante l’abbassamento della pressione, in cui escono fuori le maschere, prima di fare qualsiasi cosa metti tu per PRIMA la maschera dell’ossigeno e poi aiuti le persone accanto a te!

Prima devi curare te stesso!

Perché se non curi te stesso, sai cosa sei?

Sei una persona che sta per rovinare la vita di tutte le persone che ami intorno a te, perché se non sei a posto tu, non possono essere a posto gli altri, se una coppia non è felice la famiglia fa schifo e origina dei figli che vivranno una vita da schifo!

Se tu non stai bene rovinerai la coppia, rovinerai la tua impresa, rovinerai tutto il mondo che hai intorno a te!

Ecco che la prima priorità della tua giornata sei tu!

A questo punto parti con le altre priorità.

Qual è la tua priorità di vita in questo momento?

Vuoi evolverti maggiormente? Vuoi diventare una persona più straordinaria? Vuoi occuparti della protezione del patrimonio? Vuoi andare a vivere in un’altra nazione? Vuoi prenderti cura dei tuoi figli a cui vuoi far fare la Unschooling? Vuoi dedicarti alla farmacologia? Vuoi dedicarti a migliorare il tuo business? Vuoi dedicarti al marketing?

Qual è la seconda priorità della tua giornata?

E metti seconda priorità, poi metto la terza priorità, poi metto la quarta priorità, priorizzare!

A questo punto organizzi l’agenda non prima di aver messo le priorità.

Questo però è un argomento che vedremo domani, oggi ci siamo concentrati su:

efficacia efficienza e priorizzazione

Sono fondamentali per creare l’agenda!


Scarica GRATIS il materiale e vivi una vita straordinaria!

Rispondo ad alcune domande che mi hanno fatto nella diretta:

-Qualcuno afferma: Il senso di colpa è l’arma che utilizzano per manovrarci!

Sì hai ragione è una delle tante armi.
Il senso di colpa, il senso di perdita, devi essere veloce efficace ed efficiente in tutto quello che fai e un sacco di roba.

-Gli obiettivi come ci entrano in questa lista?

Gli obiettivi sono collegati alle tue priorità.
A secondo delle priorità che ti prefissi poi metti dentro gli obiettivi.
Se io ad esempio come priorità ho il desiderio di liberarmi dal sistema, faccio un esempio, allora lì metterò dentro gli obiettivi.
Prima prendere il passaporto, poi di lavorare sulle residenze, poi lavorare su questo, e a secondo degli obiettivi crei delle sottocategorie come se fossero i rami di un albero.

-Qualcuno afferma: La mia priorità è il lavoro ma è la mia passione

Guarda metti “La mia priorità è il lavoro ed è la mia passione!”.
Perché se ci metti il “Ma” ho il pensiero che c’è qualcosa che non va, perché il “Ma” è un cancellatore di quello che hai detto prima.
Quindi è interessante perché a livello psicologico tu hai detto: “La mia priorità è il lavoro ma è la mia passione!” cancellando appunto la passione, sarebbe interessante approfondirlo ma non è il tema.
In ogni caso metti “è” che è più potenziante e non cancella.

-La prima volta che ho fatto questo lavoro non ci credevo a questa cosa qua!

Lo so la prima volta che si fa questo tipo di attività e metti giù e le priorità effettivamente che stai utilizzando, guardi e dici: “Ma questa è la mia vita? E’ veramente quello che io voglio fare? E’ ciò che io voglio della mia esistenza?”
Hai ragione e aggiungo anche un pezzo importante.
Sai perché questo lavoro non viene fatto fare, non viene a scuola, non viene insegnato dal sistema e tutto il resto?
Perché se le persone sapessero questa cosa qua e facessero l’esercizio sai cosa succederebbe nella società intorno a noi?
Per la maggior parte si fermerebbe, le persone guardando quello direbbero: “Ma questa non è la vita che voglio io!”
In più se qualcuno gli ricordasse che devono morire tutti i giorni, beh non farebbero più le stesse cose che stanno facendo.

-Per fare ciò che dici ci vuole un ordine mentale ma non è facile, già avere questa come base!

Guarda più che un ordine mentale comincia a scriverlo.
Nella tua mente c’è già un ordine mentale chiaro che è quello che tu desumi dal mettere giù le ore della tua giornata come stai facendo adesso.
Semplicemente poi ridisponi l’ordine mentale.
Fidati di te stessa, nel senso che un ordine ce l’hai già dentro.

-Qualcuno afferma: La mia priorità è diventare un Tribeker formato ed istruito per poter raggiungere i miei obiettivi!

Bravo! Priorità che io condivido pienamente, la mia priorità di tutti i giorni è essere il miglior Tribeker che possa essere la mia vita per essere d’ispirazione per tutti voi e anche per te.
Ogni giorno il fatto di lavorare insieme mi dà un’ulteriore motivazione a fare tutto quello che faccio.
Già sono una persona motivata di per sé, ma lavorare insieme a te insieme a voi, se la mia motivazione era già alta adesso sta vagando per l’universo!

-Ho delle scadenze di lavoro e faccio tutto ma faccio veramente fatica a ritagliarmi tempo per me!

No guarda è semplice, basta che lo metti in ordine di priorità uno!
E’ proprio una questione di atteggiamento mentale e poi volitivo.
Nel momento che per me la priorità numero uno è leggere il libro, io stacco tutto, nessuno mi devi disturbare, faccio quello e basta!
E non c’è niente che deve passare davanti perché quella è la priorità uno!
Le persone a cui diagnostica un tumore e gli dicono hai due settimane di vita, imparano in fretta a fare questa cosa perché immediatamente dicono: “Adesso la mia priorità è stare con i figli, stare con mio marito, stare con mia moglie, fare i viaggi che non ho mai fatto perché ho tre settimane di vita!
E fidati che immediatamente quello viene portato al top!

Noi abbiamo fatto io e Joyke tanti anni di volontariato per i malati terminali di tumore tantissimi anni fa e ho potuto lavorare one-to-one in coaching con persone che mi dicevano: “La prossima settimana io non ci sarò più!” e tutti mi dicevano: “Ho imparato veramente il significato del tempo nella mia vita e oggi ci do le priorità corrette! Peccato non averci pensato prima perché adesso ho meno tempo!”

Ecco io ti spingo e spingo tutti voi a pensarci prima che la vita ci mette di fronte a una cosa di questo tipo.

Questa è una cosa decisamente importante.


Mi trovi anche su:


Ti auguro una buona giornata di ottime priorità,
Koan 🙂

Koan Bogiatto

Presidente e Co-Fondatore di Tribeke.
Formatore, autore di best-seller, imprenditore e speaker internazionale.
È il punto di riferimento di chi ha il coraggio di iniziare il cambiamento: aiuta gli imprenditori a creare una vita e un business libero dai vincoli nazionali.
Ha realizzato un’attività che gli permette di lavorare dove e quando vuole godendosi la vita con le persone che ama.

View all posts
Privacy Policy