Dalla diretta di #radiotribeker sulla protezione del proprio patrimonio. Come difenderti dagli attacchi al tuo patrimonio mobile? Vediamo nel pratico come usare la nullatenenza.

Continuiamo col nostro flusso di puntate sulla protezione del patrimonio.

Vediamo come proteggere quello che è l’attacco degli altri verso di te.

Parliamo del concetto di nullatenenza!

Scarica GRATIS il materiale e vivi una vita straordinaria!

Tu mi dici: “Ma io voglio diventare più importante e più ricco! Come mai Koan mi dici che devo diventare nullatenente? Io pensavo che diventando più ricco o essendo diventato già ricco il concetto fosse essere proprietario delle cose.

invece non è così.

Essere proprietari delle cose, dei proprietari immobiliari o dei proprietari mobiliari o di tutto quello che tu puoi avere intorno a te, è il concetto che hanno insegnato ai poveri.

“Come hanno insegnato ai poveri?? Io pensavo di diventare ricco!” Invece no!

Quello che ti ha insegnato del compra più cose e sii proprietario della casa, dell’automobile, del denaro sui conti correnti, è quello che hanno insegnato ai poveri per farli rimanere poveri.

Anche se accumulano ricchezze, perché sempre povere rimarranno, perché non sono nullatenenti cioè tengono qualcosa.

Invece la persona ricca e che protegge il proprio patrimonio è nullatenente e possiede le cose, ma non è proprietario!

Devi proprio distinguere tra essere proprietario ed essere una persona che invece possiede proprietà e possedimenti, due cose diverse.

Quindi oggi scoprirai come essere nullatenente!

Cominciamo da un punto fondamentale della tua esistenza, cioè la tua proprietà.

Potrei partire dalle case, potrei partire da tutte le cose registrate, che vuol dire immobili, le automobili, ma questo si è importante, solo un po’ più complicato.

Paradossalmente allerta meno il Cervello Rettile, c’è un punto invece che ti allerta tutti i giorni, cioè quelli che sono i tuoi possedimenti mobiliari vuol dire che li puoi spostare sono mobili, no?

Quindi cosa vuol dire possedimenti mobiliari?

Quello che hai a casa, hai i tuoi mobili, le tue collezioni, i tuoi orologi, la televisione, tutto quello che tu hai nella casa dove vivi maggiormente, la tua casa principale.

Che poi per un esploratore è il quartier generale, per altri è stanziale se sei un colone che ha sempre vissuto lì, sei un autoctono del posto, cioè non ti muovi, mi auguro di no perché i Tribeker viaggiano.

Quindi la tua casa.

La tua casa è ricca di cose mobiliari, quelle cose mobiliari possono essere pignorate, ecco la protezione del patrimonio dove comincia a essere pericolosa quando prima o poi succederà qualcosa.

Prima o poi succederà che sbaglierai, che arriverà una cartella pazza di Equitalia oppure veramente devi pagare qualcosa in arretrato verso lo Stato, ad esempio le imposte, le tasse oppure hai sbagliato qualcosa perché hai contratto un debito e non lo stai pagando e arriva il pignoramento a casa, arriva l’ufficiale esattoriale.

Cose che possono succedere nella vita delle persone continuativamente e anche se non succedono comunque sei sempre a rischio, perché sai di poter incorrere in queste difficoltà.

Ora se invece tu sei nullatenente, che vuol dire semplicemente non essere proprietari di nulla, tutte queste azioni finiscono nel vuoto, perché come è giusto che sia, il tuo Trust il tuo “Nome e Cognome” deve essere vuoto, deve controllare delle società che controllano o deve controllare dei contratti che controllano, ma non deve essere proprietario di niente.

Come fai a proteggere casa tua?

Che è il primo punto da cui partire perché è il primo punto che ti colpisce nel Cervello Rettile.

Devi fare il Contratto di Comodato che puoi scaricare tranquillamente da internet.

Quando finirai di leggere questo articolo, tu puoi andare su Google e digitare Contratto di Comodato e scaricarlo.

Per i nostri allievi che fanno il percorso, hanno tutto questo nel Cloud hanno la procedura, hanno tutto già disponibile basta solo fare un click e scaricare.

Per te che magari ancora non hai fatto determinati passi ti aiuto semplicemente dandoti questa info.

Cosa fai con questo bellissimo Contratto di Comodato?

Ti metti lì a casa tua e descrivi tutte le cose che hai, televisore Panasonic bla bla, la collezione di Dylan Dog così così così poi questo questo questo questo, devi descrivere tutto quello che hai il più dettagliatamente possibile, tappeto persiano con disegni a rombi delle dimensioni di 37 x 250 (sarebbe un tappeto del cavolo con queste dimensioni, ma giusto per darti un idea).

Quindi devi mettere giù tutte le cose che hai.

Vuoi essere proprio sicuro sicuro sicuro?

Allora scatta le fotografie e mettile dentro un Word, quindi fai questo bellissimo documento con tutte le cose che hai dentro.

Questo contratto di comodato, perché se tu hai comprato tante cose nella tua vita come fanno normalmente le persone, di chi sono quelle cose?

Se arriva l’ufficiale esattoriale ti dirà: “Buongiorno, sono l’ufficiale esattoriale!”

Tu hai due strade quando suona l’ufficiale:

  1. Puoi dire: “Prego si accomodi, le offro un tè”
  2. “No non le voglio aprire!”

Nel primo caso, vuol dire agire all’interno della tua abitazione o domicilio o residenza.

Nel secondo caso, lui torna con i Carabinieri, quindi non hai tante soluzioni.

Quindi lo fai accomodare.

Tutto quello che lui trova all’interno della casa se non farai quello che ti dico io è pignorabile.

Tieni conto che per un debituccio da €1500 possono pignorarti tante di quelle cose che neanche idea, ok?

Perché poi vengono vendute all’asta, tu hai idea, un televisore che vale €2000, lo venderanno a €100 e te lo valutano €50.

Quindi prima che tu riesca a coprire un debituccio da €1000 ti ha già portato via praticamente tutto il soggiorno.

Allora, dopo aver preparato questo documento World, il bellissimo contratto di comodato lo intesti a qualcun’altro, tua mamma, tuo padre, tuo zio, tuo cognato, quello che vuoi, lo intesti ad una qualsiasi persona.

Quindi tu gli dici: “Koan ma allora veramente avrà comprato?”

Certo, questa è una transazione a tutti gli effetti.

Questa persona è la proprietaria di tutte le cose che hai dentro casa tua, tutte!

Scarica GRATIS il materiale e vivi una vita straordinaria!

Verrà firmato e la proprietaria di tutte queste cose che tu hai elencato dentro, te le dà in utilizzo gratuito, si chiama così Contratto di Comodato.

Quindi sono tutte cose di proprietà di tuo cugino, tua madre, tua zia, tua nonna, prendi una persona fidata che hai accanto a te che te ne dà l’utilizzo gratuito, attenzione che in caso di pignoramenti esecuzioni e tutto il resto, arrivano al punto dove tu hai la Residenza.

Se hai la Residenza dai tuoi genitori arriveranno a pignorare a casa dei tuoi genitori.

Loro arrivano a pignorare tutto quello che trovano dove hai la Residenza e se la Residenza non basta arriveranno anche all’eventuale Domicilio e ti trovano.

Occhio! Perché dove hai la residenza c’è una luce enorme su di te che dice: “Ecco come aggredire il tuo patrimonio” Ok?

Mi raccomando ricordatelo bene, non conta un cavolo che tu vivi a Pescara e la Residenza ce l’hai a Milano a casa dei tuoi genitori, arriveranno a Milano e poi anche al Domicilio.

Quindi intesti tutto, la persona firma e ti dà questo contratto in mano dicendo: “Caro Koan queste sono tutte le cose mie che ti lascio ad utilizzo gratuito”

Cosa succede nel momento in cui arriva un Ufficiale Giudiziario?

Protezione del Patrimonio, tu hai questo documento che sarai andato a registrare all’ufficio del registro, quindi vale prova provata la data, non importa quando tu hai fatto questa transazione perché magari sei mesi fa hai scritto questo.

Devi andare all’ufficio del registro e registrarlo, con tanto di timbri.

Tu dici: “Oh Koan mi è costato €250, lo so, la protezione del patrimonio prevede un investimento di denaro a fronte di una protezione molto più grande, Ok?

Quindi arrivano, tu fai vedere il Contratto di Comodato registrato, attenzione registrato, e loro non potranno fare niente perché ovviamente tutte le cose che sono dentro sono intestate a una terza persona che te ne ha dato l’utilizzo gratuito.

Devi tenere questo contratto in un cassetto, perché dovesse succedere  chi è a casa deve essere pronto a tirare fuori il Contratto di Comodato affinché l’Ufficiale Giudiziario può osservare che c’è un Contratto di Comodato e dire non ho niente da fare.

Attenzione affinché il pignoramento possa finire lì e non tornino un’altra volta, devi lasciare un oggetto, un mobile, un tavolino, un comodino quello che vuoi, libero dal contratto, indicando proprio all’ufficiale giudiziario che quello è di tua proprietà.

Dici: “Guarda però quel mobile lì, quel mobile di legno è mio” e loro metteranno in nastri e te lo pignorano e il pignoramento viene archiviato come concluso ed effettivo.

L’Ufficiale Giudiziario per quella cosa non tornerà più, anche se vuol dire vendere il mobile a €0,30, non importa.

Ora attenzione, a questo punto mi potresti dire: “Aspetta però Koan facendo il Contratto di Comodato a questo punto io non sono più proprietario!”

Certamente, non sei più proprietario, infatti quando fai firmare questo Contratto di Comodato alla persona che hai scelto che ti fa una piccola cortesia, devi avere un altro Contratto di Cessione di Beni, che sono tutti quelli che hai elencato, che a fronte di un pagamento che tu hai già fatto, la persona ha venduto a te e la tieni in un altro cassetto.

Questo cosa vuol dire?

Che se mammina, cugino, Giuseppina la tua amica e così via, un giorno dovesse dire: “Ma è tutta roba mia, adesso me la porto via!”

Tu con il contrattino di Cessione Ceni già firmato dalla persona aggiungi la tua firmetta, vai all’ufficio del registro e TAC!

Quella roba lì è di nuovo tutta tua, quindi hai un contratto di comodato e sotto hai un contratto cabriolet che è già stato firmato e che dice che tutte quelle cose sono tue.

Questo è il modo in cui si proteggono tutte le parti mobili che sono all’interno.

Altro modo è che tu abbia una Società che ha comprato il televisore, che ha comprato il computer e hai fatture che dimostrano che quell’oggetto non è di tua proprietà ma è di proprietà del Trust Aziendale.

Oppure c’è una terza soluzione che viene contemplata dal Codice Civile, che gli oggetti che io trovo, tu li stia utilizzando per produrre reddito che è atto di sostentamento per te e della tua famiglia.

Questi sono i tre elementi, però se vuoi essere sicuro sicuro sicuro devi fare esattamente come ti sto dicendo io.

Ma dici: “Ma Koan io non ho debiti, non ho problemi, non avrò mai problemi!”

Non pensarlo, perché se non avrai mai problemi vuol dire che sei una persona che fa praticamente niente nella vita, non ha imprese, non è un libero professionista, è un dipendente che non esce di casa, prende lo stipendio perché lavora online.

Prima o poi qualcosa che non va lo farai e succederà un debito, sbaglierai, un fallimento di un’impresa, è naturale.

Oppure qualcuno ti aggredirà, ti faranno causa, più diventerai importante, poi ci sono persone che proprio ti tallonano per poterti fare causa e per rovinarti.

Oppure arriveranno delle azioni ingiuste nei tuoi confronti, oppure semplicemente sbaglierai come sbagliano tutti i liberi professionisti e gli imprenditori.

Di conseguenza hai bisogno di proteggere il tuo patrimonio mobiliare.

Tieni conto che quello che c’è in camera da letto e in cucina e nei bagni non è pignorabile.

Naturalmente non è che se tu metti fuori un lingotto d’oro in cucina non te lo pignorano, però le cose che hai in quelle tre parti dell’abitazione non vengono pignorate.

Questo tipo di documento e questo tipo di azione è fondamentale, perché come ti ho detto prima la Protezione di ciò che tu hai a casa del tuo Patrimonio Mobiliare è importante a livello subconscio, è importante come tranquillità, è importante sapere che qualsiasi cosa succede nessuno toccherà le cose che tu hai a casa.

Che sia una casa di 50 metri quadri o una casa di 1800 metri quadri.

E’ tutto regolare, il Contratto di Comodato va registrato all’ufficio del registro, il Contratto Cabriolet ti protegge dalla eventuale difficoltà che qualcuno dica adesso la roba è mia.

Questo ti aiuta anche, ad un Ufficiale Esattoriale fallo entrare offrirgli un tè.

Tu pensa anche che poverino, fa un lavoro di m**** diciamoci la verità, vai a casa a bussare a delle persone per pignorargli le cose, non è un bel lavoro, anzi, per alcuni e anche molto pericoloso e dagli la possibilità di pignorare qualcosa.

Lascia fuori un mobile, lascia fuori qualcosa, lascia fuori alcuni di questi elementi.

Ora tutti questi elementi io ti consiglio di farli il prima possibile, se tu hai già delle azioni in corso e tutto il resto, beh spicciati a mettere a posto questa cosa prima che arrivino a casa.

Non è che devi occultare, e ricordati che tutto quello che agisce sui tuoi beni mobili arriva dove tu hai la Residenza.

Questo è un concetto importante, che poi non succeda che nella diretta vedo gente disperata che dice hanno pignorato casa di mia mamma.

Per forza loro vanno dove c’è la Residenza.

Se la Residenza non basta e c’è un Domicilio arriveranno anche al Domicilio.

Pensa che per la legge italiana del Codice Civile, se tu vai a dormire per 10 giorni da un amico e l’ufficiale esattoriale sa che sei lì, suona e dice: “Vive qua Mario Rossi?” e tu dici si si prego la faccio accomodare, tutto quello che c’è dentro può essere pignorato.

Quindi occhio che il pignoramento in Italia è una cosa seria, non è una cosa da ridere.

Se vuoi essere tranquillo, metti dentro tutto in modo da non avere problematiche.

Questa è la metodologia vista oggi importantissima che praticamente nessuno sa in Italia.

La gente va alla bersagliera, compra così, ficca dentro e crede che non gli succederà mai nulla.

Ma ricordati che se nella vita non ti succede nulla significa che non stai facendo niente, significa che non hai sviluppato un patrimonio, non hai sviluppato ricchezza, non hai un tubo e allora meglio avere qualche difficoltà e avere qualcosa, anche lasciando andare con molta tranquillità.

Può succedere di tutto nella vita, non sono le cose che determinano chi siamo.

Siamo noi con quello che siamo che determiniamo quello che facciamo nella nostra esistenza, però proteggere quello che abbiamo è una buona cosa.


Scarica GRATIS il materiale e vivi una vita straordinaria!

Rispondo ad alcune domande che mi sono state fatte in diretta:

-E se uno non ha residenza?

Se sei senza fissa dimora loro arrivano prima all’ultima Residenza se non si trovano, mettono poi la fissione del pignoramento nel tuo comune di nascita, se nel tuo comune di nascita non ti trovano, prima o poi ti troveranno come Domicilio.
A meno che tu viva all’estero, quindi dipende un po’ che cosa stai facendo.

-Il Contratto di Cessione dei Beni va fatto contemporaneamente a quello di Comodato?

Assolutamente sì!
Perché nel momento in cui tu hai fatto il Contratto di Comodato e quelle cose le hai registrate diventano tutte della persona di riferimento.
Quindi se tu non hai fatto il Contratto di Cessione dei Beni e lei dice: “E tutto mio!”, ti prendono tutto!
Falli firmare nello stesso momento.

-Ma se compro cose nuove come faccio? Devo rifare il Contratto di Comodato?

Sì, se compri cose nuove, o le fai fatturare alla tua Società, oppure ad un certo punto devi fare un altro Comodato e aggiungere, sì sì certo!

-C’è il rischio di pignoramento per colui a cui viene intestato il nostro Patrimonio se dovesse avere problemi giudiziari?

Nel caso in cui la persona a cui tu hai intestato tutto, tua nonna dovesse avere dei Problemi Giudiziari per un’esecuzione e arriva un Decreto Ingiuntivo e quindi l’Ufficiale Giudiziario andrà a casa sua.
Andrà a casa sua, andrà dove ha la Residenza.
Questo cosa vuol dire?
Affinché per quella persona possa essere incluso nel pignoramento,  quella persona dovrebbe dare in mano il Contratto dell’ufficio registrato ovviamente che tu avrai provveduto a non dargli.
Quindi il Contratto registrato all’ufficio del registro te lo tieni tu, non lasciarlo alla persona, perché metti che nei 5 minuti dice ho anche questo e finisce lì.
Quindi Innanzitutto il contratto devi tenerlo tu, non darglielo alla persona.
Supponiamo che la persona lo dica, loro vanno a controllare, quindi stiamo parlando dello 0,0000001 di possibilità.
Tu hai già altro contrattino firmato e dici: “Ma no, non è vero questi me li ha già venduti, quella è roba vecchia” e sei in una botte di ferro.

-Anche automobile e moto possono essere inseriti nel Contratto di Comodato?

Assolutamente no, non c’è bisogno di inserirli, anche perché quelli sono beni registrati.
Non li puoi inserire nel Contratto di Comodato perché quello una cessione di beni mobili, o comunque beni soggetti agli uffici del registro.
Comunque per automobili, moto, case ne parliamo domani.

-Che succede se muore la persona a cui intesti le cose? Il Contratto è preregistrato?

Se la persona a cui hai registrato i beni muore, non c’è nessun problema, tu hai già il contratto che avevi firmato nello stesso giorno in cui hai firmato quello di Comodato che dice che tutte le cose sono tue.
Quindi tu semplicemente se dovesse mancare la persona hai il tuo contrattino che dice che: sei mesi fa, 12 mesi fa, 5 anni fa, ti aveva venduto tutto per una cifra di €1000 che tu hai provveduto a saldare in contanti.
Vai all’Ufficio del Registro, lo registri, pagherai una piccola multa per aver registrato in ritardo il contratto e le cose sono tutte tue.
Quindi tranquillo che nessuno può toccare.

-Ma se non sono presente qualora dovesse arrivare l’Ufficiale alla Residenza o al Domicilio, lui può comunque pignorare se altri inquilini aprono?

Assolutamente sì.
Lui dice: “Vive qui Nome e Cognome?”
Risposta della persona inbelle: “Si vive qui!”
PAM!! Quel vive qui significa entrano e pignorano.
Comunque la persona che sta a casa tira fuori il contrattino di Comodato e il problema è risolto.
Quindi è per quello che ti ho detto devi mettere il contratto in un posto con scritto Contratto di Comodato perché metti che tua moglie in quel momento si agita e non sa più cosa fare?

-E per chi ha la comunione dei beni?

Hai la comunione dei beni??
E’ una disgrazia fuori dal mondo!!
E’ una legge che è stata creata per schiacciare i poveri che credono di avere la Comunione dei Beni.
Se hai la comunione dei beni, corri di corsa a fare la divisione dei beni, perché la comunione dei beni vuol dire solo moltiplicare le possibilità di disgrazie e di distruzione del patrimonio.
Non so se sono stato chiaro?
Sempre divisione dei beni fra coniugi!

-Per il Contratto della Cessione dei Beni, posso farlo con mia moglie se siamo in separazione dei beni?

Attento che ovviamente se tua moglie ha la residenza come credo sempre nella stessa casa anche lei, se fa qualche pasticcio, pignorano tutto quello che ha lei!
Questo perché avete la stessa Residenza.
Quindi io ti suggerisco di fare il Contratto di Comodato con una persona terza che non ha la Residenza dove vivete voi.
Per quanto riguarda il Contratto Cessione Beni, vai online su Google e scarichi il contratto di Cessione Beni, ce ne sono tanti in Word già pronti e puoi utilizzarli!


Mi trovi anche su:


Mi raccomando! Ti auguro una buona giornata,
Koan 🙂

Koan Bogiatto

Presidente e Co-Fondatore di Tribeke.
Formatore, autore di best-seller, imprenditore e speaker internazionale.
È il punto di riferimento di chi ha il coraggio di iniziare il cambiamento: aiuta gli imprenditori a creare una vita e un business libero dai vincoli nazionali.
Ha realizzato un’attività che gli permette di lavorare dove e quando vuole godendosi la vita con le persone che ama.

View all posts
Privacy Policy