Se per alcuni volare ha perso parte del suo fascino, il motivo è che il pensiero ecologico si è fatto strada su questo argomento. (Greta ti sta guardando!) 👀

MA è davvero un “pensiero ecologico” o solo una distrazione dal VERO inquinamento?

Questo è sicuramente un argomento interessante per Tribeker come noi che amano il viaggio in tutte le forme. ✈️

Gli svedesi, ad esempio, sono i primi a vergognarsi di prendere l’aereo.

È nata la “flygskam” che in svedese significa “vergogna di prendere l’aereo”. 😳

Questa sorta di senso di colpa è una sensazione del terzo millennio, una vergogna che sempre più svedesi ammettono di provare davanti alla scelta di prendere l’aereo, preoccupandosi del CO2 che il volo comporta.

Infatti, nel paese della giovane attivista Greta, sempre più persone scelgono mezzi di trasporto alternativi all’aereo. 🚉

Ogni giorno vengono pubblicati sempre più tag contro il viaggiare in aereo o la promozione degli altri mezzi pubblici, come per esempio “#trainbrag”, ovvero:”vantarsi di usare il treno”.

Ma è davvero la prima scelta “non eco-sostenibile”? O un prezzo più piccolo da pagare per il vantaggio? Ha l’aereo in parte “rovinato” il viaggio, ora reso molto più standardizzato e meno emozionante? 🤔

Lasciamo un attimo questo pensiero sedimentare.

Le opzioni sono tre:

1️⃣Sperare che i governi impongano “vincoli legislativi” che obblighino i produttori di aerei a sviluppare tecnologie “verdi”

2️⃣ Pagare per compensare le emissioni investendo in progetti di energia rinnovabile

3️⃣ Semplicemente volare meno

Gli svedesi hanno scelto la terza, forse gettando le basi per le prime due (ricordi la “flygskam”?).

Un’opzione potrebbe essere una donazione da fare alla prenotazione dell’aereo che compensa per il CO2 (per quanto i soldi possano compensare). 💰

Quante persone, però, sarebbero davvero disposte a farlo? Questo magari potrebbe riportare il piacere del viaggio? Che dici, saresti disposto ad usare gli altri mezzi per fare viaggi più lunghi?

Tu cosa ne pensi? ⁉️

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *