Gli imprenditori e i professionisti sono gravati da un carico fiscale impressionante che posiziona l’Italia, nel mondo, nella peggiore delle situazioni possibili.

Ogni giorno si assiste ad un massacro economico in cui si lavora per sostenere il socio occulto: lo Stato.

È vero quello che hai appena letto?
Assolutamente no o almeno non del tutto.

L’Italia non è la nazione al mondo peggiore per carico fiscale

Questa è una malcomprensione di chi si è sempre fidato del sentito dire e non si è mai cimentato nello studio.

Queste tipologie di imprenditori e professionisti cadono poi facilmente nelle mani di chi gli promette le chimere: aperture di società in altre nazioni per ridurre il carico fiscale, mentre la loro impresa continua l’attività come niente fosse in Italia.

Ed ecco che cala, giustamente, la mannaia dell’esterovestizione o dell’evasione fiscale.
Mannaia che in alcuni casi conduce alla denuncia penale.

Il punto è molto diverso.

L’Italia è una delle nazioni al mondo più complicate nel comprendere come funzionano le imposte e le tasse

Questo è vero.

Inoltre in Italia esistono delle figure come il Commercialista e la Guardia di Finanza che in molte altre nazioni del mondo non esistono.
In ultimo il TUIR (Testo Unico Imposte sul Reddito) non è proprio alla portata di tutti.

Perchè ti sto dicendo questo?

Rimanendo in Italia puoi ridurre il tuo carico fiscale del 47% legalmente

Molti pensano che per non essere vessati pesantemente devono trasferirsi all’estero o darsi alla macchia e chiudere un occhio all’esterovestizione.

Invece no! Esiste concretamente la possibilità legale di ridurre il tuo carico fiscale del 47% rimanendo in Italia.

Una cifra importante se pensi che sono tutti soldi che tu hai prodotto con la tua impresa.
Considera quanto impegno, fatica, sudore e tempo della tua vita ti è costato produrre quell’imponibile.

Studiando e sapendo come fare, con una manciata di ore della tua vita puoi sapere esattamente come fare.

La riduzione fiscale è un’attività redditizia

Alla maggior parte degli imprenditori e dei liberi professionisti sfugge che ridurre legalmente il carico fiscale è un’attività proficua e redditizia del loro business.

Non stai risparmiando, ma guadagnando denaro!

Ne parlavo presentando il nostro ultimo workshop: se tu devi alle casse dello Stato €50.000 di imposte e grazie a dieci ore del tuo lavoro le riduci a €25.000 hai appena fatto una attività che ti rende €2500 all’ora!

Ecco perché è fondamentale conoscere le leggi.

Perché pensarci soprattutto ora

La parte dell’imposizione fiscale non è solo importante ma fondamentale per la tua impresa.

Pensa che, nei prossimi anni, molto prima di quello che le persone credono, tutto verrà condotto e guidato direttamente dalla agenzia delle entrate come anche il prelievo fiscale dal tuo conto.

Quando il denaro circolante sarà scomparso e esisterà solo la moneta digitale (e forse anche prima). Ad ogni fattura che incasserai sul conto, una parte di essa verrà immediatamente accantonata sul conto fiscale della tua azienda.

E tu non potrai toccare quel denaro.

A fine anno faranno i conti e se dovrai aggiungere, aggiungerai, se invece l’accantonamento sarà stato più alto potrai accedere alla differenza.

Come per i dipendenti.

Ecco perché è bene che ti prepari al fine di non trovarti di fronte ad una situazione incresciosa e difficilmente risolvibile.

E soprattutto per evitare che in futuro (a meno che tu non lo stia già facendo adesso) tu ti metta a fare azioni illegali e pericolose che possono danneggiarti per sempre.

Il mio consiglio

Ho sostanzialmente due consigli:

  1. Rifletti su quello che hai e di ciò che hai bisogno. Devi mettere giù tassazione che hai ora, la situazione legale e così via. Perché anche per andare da un esperto devi sapere ciò che hai. Sulla base di questo ti consiglio di avere bene chiaro cosa vuoi risolvere con un professionista e quali sono i punti dolenti.
  1. Fatti seguire da esperti del settore, e non solo dai commercialisti. Piuttosto fatti dire dai professionisti cosa fare con il tuo commercialista. Chi? Esperti in fiscalità internazionale, internazionalizzazione delle aziende, offshore banking e quant’altro possono aiutarti nel darti gli strumenti e le azioni migliori per il tuo business.

E poi ovviamente ricorda:

La strada della legalità e dello studio è sempre la migliore.

Sogni tranquilli e portafoglio gonfio per chi studia e applica, come sempre.

Niente, così dire, intrallazzi e truschini che possono metterti nei guai.
Da quelli poi è molto più difficile tornare indietro!

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *