Noi che diciamo tanto “vivi la vita che vuoi, dove vuoi” forse possiamo avere un’immagine diversa da alcuni.

Noi, come forse anche te, ci immaginiamo una vita ricca di emozioni, viaggi, esplorazioni, meraviglie, ed emozioni forti.

Per alcuni invece pare che sia più stile “Niksen”: che è letteralmente il dolce far niente.
Non importa cosa fai.
L’importante è che lo fai rilassandoti.

Sarebbe “un invito alla sobrietà”.
Non scherzo.

La parola olandese significa letteralmente :
“non fare nulla, essere ozioso o fare qualcosa senza alcuna utilità”.

Mmm, andiamo bene.
Certo, come dice l’articolo che ne parla, l’OMS ha riconosciuto per la prima volta lo stress come malattia.

Ma siamo proprio sicuri che allora dobbiamo “alleviare la tensione” e munirci di amaca come Paperino in fuga dal lavoro dello zio Paperone?

Io credo che il problema di fondo sia un’altro (da cui arriva anche lo stress).
Siamo proprio sicuri che, se stiamo vivendo la vita che vogliamo, l’unica difficoltà sia solo “alleviare la tensione” e “svagare la mente”.

Non è che forse le persone fremono per fare un’altra vita e allora cercano un modo per essere “vacanti” da essa?

Se il problema fosse quello non dovrebbe esistere uno stile di vita del genere, perché se vivi una vita ricca di emozioni hai anche stress ma non sono un grave peso perché di base la vita che hai ti piace.

Ovviamente mancano di base le conoscenze e l’esperienza e tutto il resto per trasformare la vita che hanno oggi in quella che desiderano (per questo abbiamo fondato Tribeke).

Per questo penso che il “Niksen” assomigli molto al surrogato di una soluzione, tu che ne dici?

Non metto in dubbio i benefici alla base delle ricerche, vorrei andare più a fondo proprio con la riflessione: sicuramente è benefico imparare ad essere presenti, voglio però parlare di come viene esposto e della “fama” del movimento.

Possibile che la grande aspirazione delle persone sia diventata “il dolce far niente”?
Come è possibile che chi ne parla scrive che è “lo stile di vita destinato al successo”?

Non dovrebbe essere forse uno stile di vita ricco di emozioni come quello dei nostri eroi o personaggi storici preferiti a ispirarci, come Indiana Jones (tanto per fare un esempio)?

Invece pare che le persone vogliano chiudere gli occhi e semplicemente evadere con il “dolce far niente”.

Possibile che sia questa l’ambizione delle persone?
Tu cosa ne pensi?

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *