Sembra un titolo messo li tanto per istigare, e invece c’è poco da riderci sopra o da sdrammatizzare, è la nuda e cruda verità.

Chi vuole affrontare l’argomento dell’immigrazione su un piano più profondo degli slogan “aiutiamoli a casa loro” probabilmente avrà già incontrato dati come questi e sarà giunto alle proprie conclusioni.

L’equazione è facile:
nascono sempre meno bambini, aumentano sempre di più gli anziani, l’INPS deve sfornare sempre più pensioni e ha sempre meno lavoratori.

In poche e povere parole, se tua nonna ha l’accompagnamento e non paga i farmaci in farmacia, alla fine, è anche grazie agli immigrati, ovviamente regolari, presenti in Italia, che compensano questo trend al ribasso.

La situazione, per me, è tristissima, perché dietro al puro dato c’è un dato sociale preoccupante, soprattutto se si incrociano altri 2 o 3 dati.

I divorzi sono in crescita, i tradimenti sono in aumento, nascono sempre meno figli… e noi siamo quelli che ci lamentiamo di africani, zingari e cinesi che fanno 12 figli.

La vedi l’evoluzione di questa situazione?
Riesci a immaginarla?
Sai cosa vuol dire?

Se fossimo una razza animale catalogata su wikipedia saremmo catalogati come minacciati di estinzione…l’estinzione dell’etnia italica.

E secondo te perché nascono sempre meno figli, aumentano i tradimenti e i divorzi?

Perché la gente sta morendo, letteralmente, e prima di morire cerca di salvarsi come può un po’ chi affoga e dopo pochi minuti di inscoscienza ha l’ultimo guizzo di vita in cui prova a respirare prima di morire con i polmoni pieni d’acqua, a meno che non sia stato tirato fuori e tratto in salvo.

La sveltina con la collega di lavoro nello sgabuzzino diventa per molti la cosa più emozionante che potranno mai vivere nella loro vita.

Il matrimonio, invece, diventa parte della routine che dopo qualche decennio, nei casi migliori, stufa e diventa insopportabile, quasi un impegno forzato!

Quindi, per come gli Italiani sono statisticamente raffigurati, siamo destinati all’estinzione…questo dovrebbe essere l’unico pensiero fisso di ogni persona adulta, perché volerci tenere l’Italia tutta per noi se siamo destinati all’estinzione non ha senso…quindi dovremmo fare qualcosa per invertire questa tendenza, partendo da una cosa semplice:

imparare ad essere felici.

Come?

Imparando come vivere la vita che desideriamo, riprendendo in mano i sogni che avevamo da bambini e impegnarci a realizzarne almeno qualcuno, smettere di lavorare per portare a casa il pane e stressarci cosi tanto da rischiare ogni giorno di più di cadere in un raptus di pazzia che ci porterà a sgozzare i vicini di casa o a uccidere i nostri stessi famigliari.

Perché tutti questi tragici accadimenti sono spesso fonte di motivi stupidi, evitabili e riconducibili a stress e a scelte sbagliate fatte in preda a un senso di follia causato dall’incapacità di accettare ulteriormente la vita che noi e SOLO NOI ci siamo scelti!

https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2020/02/11/istat-cala-ancora-la-popolazione-116-mila-in-un-anno_51e7148e-fd64-4b0c-b2a7-b5c8511f84c2.html?fbclid=IwAR2rzqkFlItNUvmXh_IR7iMa0ZE4u7YU9O91sKAolSVx6OTYUKFCXdo46ac

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *