Oggi mi è capitata sottomano una delle newsletter mandate a Gennaio e che credo sia sempre attuale. Mi sembrava perfetto pubblicarla anche sul blog perché non è un argomento di cui abbiamo ancora parlato.
È la prima di una serie di 5 linee guida business di un mondo pandemico scritta in un momento come i primi mesi di quest’anno.
Ho semplicemente tagliato le parti che si riferivano ad altre newsletter in modo che sia pulita da rileggere anche ora.

Che sia di spunto per chi la legge con occhi nuovi o chi la legge per la prima volta anche in questi momenti difficili per chi in questo momento si trova in Italia.

Immergiamoci.


25 Gennaio 2021-

Come fa un imprenditore o un professionista a programmare il suo business in un mondo così diverso, così apparentemente pazzesco se non ha delle linee guida?

La prima linea guida è: focalizzati su quello che sai fare.

Potrebbe sembrare banale e addirittura errata come linea guida.

Come puoi focalizzarti sul fare il ristoratore se ti chiudono continuativamente il ristorante con i vai coprifuoco, divieto di assembramento, zona gialla, rossa e arcobaleno?

Ti spiego come mai: cambiare richiede tempo.
Se ti dedichi a qualcosa che è completamente nuovo, hai bisogno di almeno 3/5 anni per portare un business in area profittevole, sempre se ci riesci.
Praticamente, se non hai risorse economiche per sostenere una transizione così lunga, sei finito prima di partire.
Quindi, focalizzati solo su quello che sai fare e amplia la tua visione.

Non puoi aprire il ristorante ma puoi aprire il delivery a casa.
Non puoi aprire il ristorante ma puoi aprire un blog di cucina.
Non puoi aprire il ristorante ma puoi avviare un’attività di personal chef a casa per gruppi inferiore a quattro persone.
Non puoi aprire il ristorante ma puoi aprire un e-commerce di prodotti tipici regionali
Non puoi aprire il ristorante ma puoi creare corsi di cucina in streaming.
Non puoi aprire il ristorante ma puoi aprire una scuola per chef.
Non puoi aprire il ristorante ma puoi aprire delle classi riservate di poche persone per imparare a cucinare.

Come puoi immaginare posso andare avanti quasi all’infinito.

Rimaniamo però sempre, in tutti gli esempi, nella “tua” area di competenza.
Ovvero, se non puoi aprire un ristorante ma fare il personal chef, rimani nella stessa area (ristorazione, cucina..). È il tuo mindset che deve cambiare.

Una frase molto bella che ti può aiutare (a me aiuta tantissimo) recita:

“Se qualcosa può essere cambiato, cambialo. Se non puoi cambiarlo, cambia il tuo atteggiamento in merito”

Ecco altri spunti.

  1.  Effettua il passaggio del tuo business verso l’online al massimo della velocità e potenza
  2. Pensa a delle diversificazione e derivazioni del tuo business
  3.  Incontra i tuoi clienti e dialoga con loro. Potrebbero avere delle richieste che non hai ancora esaudito
  4.  Crea qualcosa che nessuno hai mai fatto. Abbi il coraggio di rischiare e di essere criticato
  5. Rifletti su quanto ti ho scritto nella email profetica e pensa “come posso posizionare il mio business in quel mondo”?*
    *questa era una mail che ho scritto tempo fa su quello che sarebbe successo e si è già realizzato: se segui le dirette sul gruppo hai una chiara idea di come sta andando ora
  6. Circondati di persone competenti e motivanti. Sono la linfa del successo
  7. Se non ti sembra di trovare altre soluzioni, formati ulteriormente. A pagamento, gratuitamente. Devi formarti, e se non basta, formati ancora, studia e applica. Chi si ferma è perduto, questo era il passato. Oggi chi si ferma è morto.

Fai un controllo trimestrale e se le strategia che hai messo in campo non producono i risultati previsti vai in modifica.
Tre mesi in questo momento equivalgono a due anni prima del 2020.

Ricorda, se c’è un problema c’è sempre una soluzione e una grande opportunità.
Non tutti la trovano prima di lasciarci le piume, è vero, ma tu assumi di essere quello che ci riesce. È un buon punto di partenza.

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.