Sono diversi giorni che non ti scrivo in quanto ero in preparazione.
Stiamo aspettando tutti insieme il nostro decollo per l’Estonia dove vivremo per dieci giorni.

Abbiamo preso la e-residency, che andiamo a ritirare a Tallinn mentre intanto ci gusteremo la bellissima capitale.
L’Estonia è la nazione più avanzata nel digitale di tutta l’Europa, tanto da arrivare a proporre questo passo importantissimo per i cittadini europei di cui noi abbiamo subito approfittato.
Ironia della vita, proprio durante il corso, arrivava la notizia dell’ennesimo passo avanti dell’Italia verso la dittatura.
Il decreto legge tramite il quale si rende obbligatoria la vaccinazione per tutti i bambini sino a sedici anni al fine di poter usufruire dell’educazione scolastica.
La ciliegina sulla torta è quella di portare i vaccini da 4 a 12 nello specifico.
Come sai, quindi, le società farmacologiche hanno stretto un altro accorso vessatorio con il governo Italiano, riuscendo così teoricamente a mettere le mani su oltre sette milioni di persone che possono essere avvelenate grazie alla coercizione.
Chi non adempie a questa indicazione riceve una denuncia penale di oltre 7000 euro di multa e potenziale perdita della patria podestà.
Per quanto ci riguarda, nulla ci tange, perché siamo cittadini del mondo con la residenza negli Usa, oltre che per il fatto che i nostri figli non vanno a scuola: ma oggi il cuore mi piange per questa azione che viola la costituzione italiana.
Per i Tribeker non c’è nessun problema, in quanto nel percorso imparano e sanno come rimanere liberi legalmente e mantenere la loro possibilità di scelta costituzionale.
Ma per tutti gli altri?
Una giornata molto brutta e nera per l’uomo e per la libertà in generale.
Ti copio ed incollo un documento preparato da un nostro allievo da inviare alla commissione europea vista la violazione della costituzione:
“Eccellentissima Commissione Europea, segnalo che in Italia è stato emanato un decreto legge che prevede la coercizione vaccinale, in contrasto con la normativa a tutela dei supremi diritti dell’uomo, e la mancata adesione a questa imposizione abusiva comporta il diniego all’accesso scolastico.
Questo provvedimento comporta altresì notevoli rischi dal punto di vista sanitario: i bambini saranno sottoposti ad una dose massiccia di vaccini (malgrado la Costituzione Europea non richiami alcun obbligo in tal senso), senza alcuna possibilità di una diagnostica pre-vaccinale che tenga conto delle suscettibilità immunitarie del singolo ricevente, con conseguente rischio di incremento delle reazioni avverse.
Inoltre, sono previste sanzioni e ricatti che limitano e intaccano qualunque norma del diritto nazionale ed internazionale riguardante la libertà del singolo individuo.
Faccio quindi particolare richiamo ai seguenti articoli nazionali ed internazionali:
artt. 2 , 3 , 10 , 32 e 34 della Costituzione della Repubblica Italiana;
artt. II-63 , II-81 e II-84 della Costituzione dell’Unione Europea;
art. 26 della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo;
artt, 3 , 10 , 14 , 20 e 21 della Carta dei Diritti Fondamentali dell’Unione Europea;
artt. 4 , 5 e 13 del Patto Internazionale sui Diritti Economici del 19/12/1966;
artt. 4 e 5 della Convenzione Internazionale contro la discriminazione nel campo dell’educazione adottata dalla 11° Conferenza Generale dell’UNESCO a Parigi del 14/12/1960;
art. 9 Convenzione Europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali del 4/11/1950;
art. 2 Primo protocollo aggiuntivo del 20/03/1982 della Convenzione Europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali del 4/11/1950;
artt. 2, 4 e 5 della Convenzione di Oviedo del 1977;
art. 4 Carta Europea dei Diritti del Malato di Bruxelles;
Con osservanza, porgo i più cordiali saluti”
OGNI CITTADINO PUÒ’ FARLO A QUESTO LINK
https://europa.eu/european-union/contact/write-to-us_en
Come sempre sta a te scegliere cosa fare.
Puoi essere pro o contro i vaccini ma affinché tu sia e rimanga un uomo libero devi avere la possibilità di scegliere e non essere obbligato a fare solo quello che una dittatura ti impone.
Se vuoi imparare altri elementi come questo che ti possono consentire di vivere una vita come quella che desideri in libertà, iscriviti gratuitamente al gruppo Tribeker a questo link
https://www.facebook.com/groups/tribeker/
Qui in Estonia tengo il corso per i Tribeker “Business dove vuoi” e non vedo l’ora insieme a loro di divertirci mentre conosciamo la città e la nazione stessa.
Pensa che noia le persone che frequentano i corsi negli alberghi, sempre chiusi nelle sale di corso in corso.
 

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.