Così si presenta una proposta da parte della Svezia di porre fine alla fame del mondo.
Insomma, i cadaveri li abbiamo, perché non usarli per risolvere questo problema?
Mi sembra una bella trovata!
Ora sì che la Taffo ci guarderà tutti male… non bastava il concime umano, fra poco allora dovrà convertirsi in una Taffo alimentare…

Insomma, secondo Magnus Sonderlund, professore della Scuola di Economia di Stoccolma (mica l’ultimo arrivato), diventare cannibali potrebbe fermare il riscaldamento globale.

Sono sicuro che Hannibal Lecter sarebbe d’accordo.

Al posto delle mucche, oplà, eccoci diventati il nuovo allevamento intensivo.
Nio l’aveva vista lunga nel film di Matrix.

Scherzi a parte, la teoria è seria: citando le sue parole, libererebbe le persone da questo “tabù” di consumare cadaveri, che significa, sempre a sue parole, oltraggiare il corpo di un defunto.

Sarà che non mangio carne, ma non è che non mangio qualcuno per non offenderlo nella tomba, ma è proprio che non è esattamente la mia idea di “vita che vuoi, dove vuoi”, ecco.

L’intervento originale è in svedese, ma non servono capacità linguistiche per capire cosa significano le forchette che infilzano delle mani umane.

E non è neanche illegale!
Ma come, non lo sapevi?

Per i cittadini dell’Unione Europea o degli U.S.A. non esistono leggi esplicite che vietano il consumo di carne umana.
Ma guarda un po’, siamo già avvantaggiati!

Infatti un ragazzo negli stati uniti, a seguito di un incidente in bici, ha fatto che tenersi la gamba che gli hanno dovuto amputare e con un pezzo del muscolo servirla a cena nei Tacos con gli amici- tutti consenzienti di questo accadimento (se non ci credi, cercalo su internet, con tanto di foto)!

Pensa che in un sondaggio condotto ad ampio spettro su una testata giornalistica che chiedeva: “Mangeresti carne umana se fosse presa in modo etico e consensuale?”

Bene, il 22% ha risposto di sì! (il 78% no, però…)

“Che c’è stasera per cena? Gino al forno con contorno di Maria!”

Lasciamo un attimo da parte la salute.

Sarà forse questo il nostro futuro?
Secondo te è un matto da legare o semplicemente un economo che arriva alla soluzione più logica possibile?

Insomma, se alla fine molte soluzioni come gli allevamenti, il monopolio e il capitalismo sono state fatte su scelte logiche, eliminando del tutto la parte emozionale, perché non accettare anche questo?

Ci deve far riflettere quindi il modo anche di prendere decisioni.
Dando sempre corda alla parte logica, eliminando le emozioni e le tradizioni, il mondo avanza sempre di più, si evolve, o invece perde la sua umanità?
E quindi porta a decisioni e riflessioni come queste?

Se fosse davvero solo un tabù, dovremmo fare le scelte in base alla parte logica o a quella anche emozionale e di tradizioni?

O forse dovremmo riflettere fino a che punto ci ha fatto arrivare l’insostenibilità del mondo e quindi di fare qualcosa veramente?

Tu cosa ne pensi?

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *